Charmant e regale, ma semplice da giocare: il Baccarat

Atmosfera sofisticata e un po' snob: a prima vista l'aria intorno ai tavoli su cui si gioca il Baccaratnei casinò può sembrare questa, ma in verità non si tratta di un gioco pretenzioso, complicato da praticare, anzi è molto semplice e alla portata di tutti. 

Le sue origini paiono risalire molto addietro nel tempo, addirittura all'epoca degli Etruschi ed oggi la sua versione on line riscuote sempre più successo, soprattutto in ragione dell'eleganza che lo contraddistingue, delle emozioni che dà e della semplicità delle regole che lo governano.

Ma in cosa consiste? Si tratta di un gioco di carte che vede la partecipazione di un mazziere (banco), un giocatore e delle persone esterne, sino a 14, che possono puntare sul banco, sul giocatore o sul pareggio. Il margine della casa per le puntate sul giocatore e quello per le puntate sul mazziere è piuttosto basso e molto simile (intorno a 1,2-1,3 %), mentre non conviene scommettere sul pareggio, che dà al banco un vantaggio nell'ordine del 14% circa. 

Nella maggior parte dei casinò on line autorizzati dall'AAMS si trovano tre varianti del Baccarat:

-Baccarat Americano, in cui il banco è affidato al casinò e il limite minimo delle puntate è stabilito dai giocatori;

-Baccarat Europeo, dove il valore minimo delle puntate è fissato dal banco e non dai giocatori;

-Mini Baccarat, con solo 7 giocatori, che viene giocato al tavolo del blackjack.

Dopo che si è puntato, vengono distribuite a banco e giocatore due carte coperte ciascuno: vince chi si avvicina di più al punteggio totale di 9, senza raggiungerlo o superarlo (in quest'ultimo caso son sottratti 10 punti dalla somma complessiva). L'asso vale 1 punto, le carte da 2 a 9 contano per il loro valore numerico, mentre dal 10 al Re valgono 0. 

Se uno dei due ottiene subito un punteggio complessivo di 8 o 9, si mostrano tutte e due le mani e vince chi è più vicino al 9; se le mani hanno lo stesso valore si pareggia e il giocatore ottiene in restituzione la puntata. 

Quando né banco né giocatore hanno in mano 8 o 9 punti totali e non pareggiano – il caso più frequente – si procede in base alle carte del giocatore e se il loro valore globale è 6 o 7 questi deve stare, altrimenti deve pescare un'altra carta. 

Poi tocca al banco, che si muove a seconda delle carte che ha in mano e della terza carta del giocatore. Se in tutto il suo punteggio è 7, sta. Se le sue carte valgono 6, ne pesca un'altra qualora il giocatore abbia un 6 o un 7 come terza carta. Se le carte del banco valgono 5 in tutto, ne pesca un'altra, ma solo se il giocatore ha 4, 5, 6 o 7 punti come terza carta. 

Se il valore totale delle carte del mazziere è invece 4, ne pesca un'altra solo se la terza carta del giocatore vale 2, 3, 4, 5, 6 o 7 punti. Se le sue carte contano 3, il banco pesca una terza carta nel caso in cui le carte del giocatore diano qualunque punteggio tranne 8. 

Infine se la mano del banco conta 2, 1 o 0, pesca sempre un'altra carta, a prescindere da quelle del giocatore. Una volta che la casa ha compiuto la sua mossa, le carte vengono scoperte e si valuta: chi tra giocatore e  banco si avvicina più a 9 vince.

Le mosse del mazziere e del giocatore nel Baccarat sono comunque predeterminate, le carte distribuite ai due contendenti non dipendono dal loro modo di giocare e quindi anche un assoluto principiante può partecipare senza difficoltà, imparando alcuni semplici, ma rigorosi principi da tenere sempre a mente. 

Per chiarire ogni tuo dubbio continua a seguire i consigli di Portalecasinò.com, ti accompagneremo per mano alla scoperta del magico mondo del Baccarat.