IL VIDEOPOKER SENZA SEGRETI GRAZIE A CHI LO CONOSCE BENE

Il gioco di carte più famoso ed amato, quello che richiede maggiore abilità e scaltrezza: è il poker. Anche nella sua versione più moderna, il videopoker, nato con le macchinette da bar e oggi on line, è oggetto di tanti libri, che tentano di spiegarne le strategie e le tecniche più efficaci per arrivare alla vittoria.

Spesso a scrivere questi testi sono giocatori o ex giocatori di videopoker, veri professionisti, che con la loro grande esperienza hanno acquisito una tale conoscenza delle sue dinamiche e dei suoi meccanismi, da poterle illustrare e svelare a chi lo ama o vuole provare a misurarcisi per la prima volta.

Per chi inizia, un ottimo strumento di apprendimento è “The Video Poker Answer Book: How to Attack Variations on a Casino Favorite” di John Grochowski, edito da Taylor Pub nel 2000. Per chi, avvicinandosi al videopoker, non riesce a destreggiarsi nei testi pieni di tabelle e calcoli, questo è il volume giusto: attraverso quiz e aneddoti, l'autore rende più facile apprendere e fa sì che si impari divertendosi. Consigliato a chiunque voglia conoscere meglio il gioco e come mettere in atto le strategie e tecniche vincenti.

Altrettanto istruttivo per i players del videopoker è “Video Poker: America's National Game of Chance” di Lenny Frome, uscito nel 1992 da Compu-Flyers. Si tratta di una grande raccolta che cattura il lettore, tanto da tenerlo incollato dalla prima all'ultima pagina, come fosse un nuovo romanzo di Grisham. Contiene tutto quello che c'è da sapere, dalle nozioni di base spiegate per aneddoti a quiz molto divertenti per verificare quello che si è appreso.

C'è poi un libro che è forse la più penetrante e completa guida che un giocatore d'azzardo o chiunque voglia diventarlo, possa leggere. È “Million Dollar video poker, di Bob Dancer”, edito da Huntington Press nel 2003. Incallito giocatore, Dancer vi narra della sua avventura di sette anni di gioco sfrenato al videopoker, iniziata con un capitale modesto e sfociata in una vittoria di milioni di dollari. 

Lo fa attraverso tutta una serie di aneddoti che ogni player dovrebbe conoscere e descrivendo la comprensione, l'atteggiamento psicologico e le strategie che sono essenziali per diventare un giocatore di successo. Il libro lascia pochi dubbi circa il ruolo fondamentale della fortuna nella vittoria, ma il gioco disciplinato, come è chiaramente illustrato da Dancer, si rivela essere ancor più cruciale: egli dimostra che è la disciplina a massimizzare le possibilità che il caso ha di giocare a favore dei players.

In questo testo incentrato sull'esperienza personale di Dancer, ogni giocatore troverà spunti di riflessione applicabili alla propria esperienza di gioco. Non solo per accaniti del videopoker, ma anche per i principianti, che troveranno questa una lettura molto lucida, avvincente e divertente.

Tra coloro che hanno cercato di spiegare il videopoker e i suoi meccanismi c'è anche un ingegnere informatico e programmatore, John Grochowski. Dopo essere andato in pensione, Grochowski nel 1989 si trasferì a Las Vegas e qui cominciò a interessarsi al videopoker. Inizialmente fece una grande ricerca su tutti i casinò della città e la pubblicò in un volume che in pratica dava una valutazione delle differenti opportunità di vittoria ai videopoker di Las Vegas. 

Non soddisfatto, proseguì nei suoi studi, sfruttando la trentennale esperienza nel campo dei computer e pubblicando così nel 1992 “Video Poker – Precision Play”, riedito dieci volte, arricchito di contenuti, di nuovi quesiti e nuovi approfondimenti. Poi nel 1998 dette alle stampe un nuovo libro, oggi giunto alla sua terza edizione (in formato kindle), ampliata per includere una trattazione sulla tattica. 

“Video Poker - Optimum Play” sostituisce “Video Poker – Precision Play”ed è una grande guida per il video poker, che illustra in modo chiaro e di facile comprensione tutte le strategie necessarie, rivolgendosi al giocatore principiante che vuole diventare un professionista o semi-professionista.